Diritti tv, se è Grillo a censurare SKY…

«Papà, mi ha detto che dovrò salire sul palco con lui». «Avvocato, che faccio? Cosa dico?». «Amore, non ci crederai. Parlerò al pubblico durante il suo spettacolo…». Tre telefonate nel giro di un paio di minuti. Poi il cellulare si spegne. Il tecnico che gli spiega come tenere il microfono. Giù le luci. Via allo show. E’ tutta qui la storia, bella da raccontare, di Luca De Maio, ospite speciale e inatteso, insieme al nostro giornale, alla seconda serata bergamasca del comico più famoso d’Italia: Beppe Grillo.
Lui, Luca da Treviolo, 29 anni, neo sposo e papà da settembre, dipendente di un supermercato di Curno, è l’ideatore e fondatore di www.calciolibero.com. Il suo sito internet (stessa sorte per http://www.coolstreaming.it) è stato oscurato dalla Guardia di finanza milanese il 27 gennaio scorso nell’ambito di un’inchiesta scaturita da una denuncia di SKY. Esposto presentato dal gigante televisivo dopo che il comico genovese, nell’ottobre scorso, aveva ricordato come sia sufficiente collegarsi «al sito giusto e ti vedi tutti i campionati del mondo. Gratis. Capito?».
Per il giudice, quel ragazzo con gli occhiali che si alza tutte le mattine alle 5 per aprire il supermercato, ha violato i diritti d’autore in «maniera criminosa e continuativa». Così è scritto nel foglio rilasciatogli dalla Gdf che prima era andata a cercarlo nella casa della mamma, a Gorgonzola. Ma Luca si è appena sposato. Da qualche mese abita a Treviolo.
E’ il 27 gennaio. Fuori c’è un tempo siberiano. Nevica senza sosta. In poco meno di tre ore i quattro finanzieri bussano alla porta del ragazzo. Sono le 11 del mattino. Luca è seduto sul divano ad aspettarli. La mamma l’ha avvertito che lo stanno cercando. «Abbiamo un mandato di perquisizione». Luca li fa entrare anche se non potevano. Quel mandato si riferiva all’abitazione di Milano.
«So già tutto. qui c’è il computer, Lì i faldoni con i documenti». «Gli ho dato anche il mio 730. Ho dichiarato i 500 euro guadagnati nel 2004…». «Nel 2005 è andata meglio: quasi 5 mila euro. Volevo darli in beneficenza all’Unicef», racconterà a Grillo con un velo di timidezza.
E allora eccolo «il criminale». E’ «uno delle vostri parti. Ed è qui con noi. Luca dove sei? Sali sul palco e racconta, come hai fatto prima con me, la tua storia». Siamo a metà spettacolo e Grillo sta favoleggiando di quel mondo di libertà che è il web. Il ragazzo di Treviolo sale. Microfono alla mano, parla un paio di minuti. Quanto basta per lasciarsi alle spalle gli applausi di un palasport stracolmo e l’abbraccio paterno del comico.
Luca oggi è indagato. Lo difende un avvocato amico di famiglia. Il suo pc e quei 4 milioni di contatti al mese su calciolibero.com, sono spariti. Troppo scomodi per Murdoch (“Merdach” per il comico) e soci. «Eppure che male ho fatto – gli aveva sussurato dietro le quinte a Grillo -. Anche senza il mio sito la gente può continuare a guardarsi le partite gratis su internet. Io davo solo dei link di collegamento che ti permettevano, con un apposito software da scaricare dal web, di goderti la serie A trasmessa in streaming da siti cinesi o brasiliani».
E dietro le quinte, prima dell’inizio dello spettacolo, c’ero anche io. C’era la Padania che di calcio gratis e internet aveva scritto qualche articolo poco tempo fa. Allora Luca ci chiamò per ringraziarci. Poi, improvviso, il blitz della Gdf. E il blog di Grillo, come tanti giornali, che spara in apertura la notizia della chiusura dei due siti. Ma per i quotidiani, non per il nostro e il sito del comico, Luca è un delinquente che ruba le partite e lucra.
Sul blog del comico gli “smanettoni” difendono il ragazzo. «Luca dovresti chiedere i danni a SKY». Un altro: «Questa prepotenza fa sempre più skyfo…».
Insieme a Luca abbiamo deciso così di contattare Grillo per chiedergli un incontro. Capire come muoversi. Il solito giro di telefonate. Tanta pazienza e molta speranza. Poi la chiamata, inaspettata. «Ok. Si fa», è la voce di Paolo, il tour manager. «Beppe vi aspetta per la serata dell’8 febbraio a Treviglio. Venite un’ora prima». Sarà così. Alle otto di sera siamo già dietro il palco. Mentre la gente inizia a prendere posto. All’interno del palasport, nello spogliatoio della squadra di casa, campeggia la scritta “Beppe Grillo”.
«Si sta preparando», ci dicono. Esce cambiato (polo e pantaloni neri) e pronto per una serata che da lì a qualche minuto sarà fenomenale. C’è il tempo di qualche battuta e un panino al prosciutto mangiato alla svelta tra un sms e l’altro.
Intanto Luca continua a parlare della sua storia. Grillo gli chiede se ha voglia di salire sul palco. Lui tentenna. Poi si lascia andare: «Va bene, dai».
Il comico ci saluta. Luca fa le sue tre telefonate. Il resto sono solo risate e due minuti di popolarità a un ragazzo dalla faccia pulita. Uno che due anni fa, primo in Italia «e forse in Europa» ha scelto di aprire un sito «per tutti dove ho dato la possibilità di guardare eventi sportivi senza pagare». Ora non ha più nemmeno il computer. Ancora per poco. Grillo ne ha promesso uno a Luca. Oltre al rimborso delle eventuali spese legali che il ragazzo dovrà eventualmente sostenere. E detto da un genovese non è roba da niente. Ma questa volta non è una battuta. E’ tutto vero. «Questa – ci confida un Grillo in accappatoio azzurro e ciabatte a fine spettacolo – è una battaglia di libertà».
 
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Diritti tv, se è Grillo a censurare SKY…

  1. Roberta ha detto:

    i tuoi interventi sn sempre brevi…xò interessanti…bacio

  2. sweepsy ha detto:

    ciao ale sn tornata stamattina da san gimi…che meraviglia…nn t dico quanto m sn divertita!!!un bacione a prestops. il tuo blog è sempre al top!!

  3. Rosy ha detto:

    ho fatto il test d\’intelligenza mi ha fatto venire mal di testa….e penso anche di essere stupida….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...